frecce

Progetto Women can build

La fondazione ECIPA è partner del progetto Women can Build relativo alla parita di genere nel settore dell'edilizia.

Qui il sito del progetto:

http://www.womencanbuild.eu/it/home-it/

Il progetto

Le pari opportunità per le donne è uno degli aspetti principali che devono essere migliorati nella società. L’industria delle costruzioni è stata tradizionalmente un settore maschile, una condizione giustificata, tra l’altro, dalle dure condizioni di lavoro. Tuttavia, l’evoluzione del settore verso una maggiore meccanizzazione permette a uomini e donne di accedere e svolgere gli stessi compiti professionali in condizioni di parità di diritti e opportunità.Le pari opportunità per le donne è uno degli aspetti principali che devono essere migliorati nella società. L’industria delle costruzioni è stata tradizionalmente un settore maschile, una condizione giustificata, tra l’altro, dalle dure condizioni di lavoro.

Tuttavia, l’evoluzione del settore verso una maggiore meccanizzazione permette a uomini e donne di accedere e svolgere gli stessi compiti professionali in condizioni di parità di diritti e opportunità.
Dall’altro lato, sono stati creati nuovi posti di lavoro grazie ad attività derivate dall’efficienza energetica o dall’edilizia “verde” che offrono un orizzonte incoraggiante per i professionisti specializzati, uomini e donne.
Barriere sociali, culturali ed educative per le ragazze e per le donne impegnate nelle attività di costruzione.
Persistono ancora barriere.
Ma la femminilizzazione del settore edile incontra varie difficoltà:
Barriere intrinseche: le donne non si vedono come operaie; non ci sono opzioni per loro o non sono in grado di fare il lavoro.Ostacoli al mercato del lavoro: c’è la possibilità che un lavoro fatto da una donna sia considerato meno professionale dalle aziende o dai clienti.Ostacoli con i propri colleghi.  Durata36 mesi, da Settembre 2017 ad Agosto 2020.
  Finanziamento293.121,00 €


  Coordinatore di progettoFundación Laboral de la Construcción (Spagna).
  Partners– Agenzia per l’impiego del Comune di Madrid (Spagna),– Centro di formazione del settore edile eV -BZB- (Germania),– Centro de Formação Profissional da Indústria da Construção Civil e Obras Públicas do Sul -Cenfic- (Portogallo),– Centre IFAPME Liège-Huy-Waremme (Belgio),– Comité de Concertation et de Coordination de l’Apprentissage du Bâtiment et des Travaux Publics -CCCA-BTP- (Francia),– Ente per la Formazione e l’addestramento professionale nell’edilizia -Formedil- (Italia)– Fondazione ECIPA-Ente Confederale di Istruzione Professionale per l’Artigianato e le Piccole Imprese –CNA- (Italy).


 Le ragioni della scarsa partecipazione delle donne al settore sono legate agli stereotipi sociali.
Inoltre, una volta che le donne entrano a far parte della forza lavoro, devono affrontare una serie di sfide per rimanere nel settore e successivamente raggiungere posizioni di leadership. Queste sfide includono la difficoltà di manovra in un settore dominato dagli uomini, la mancanza di modelli di ruolo e mentori femminili, e condizioni di lavoro (come lunghe giornate lavorative e l’esigenza di un elevato numero di visite in loco in luoghi lontani) che non sono favorevoli o adattabili al ruolo tradizionale delle donne nell’ambiente domestico.
 La coscienza del risveglioIn breve, si tratta di risvegliare la consapevolezza e la difesa delle pari opportunità, migliorare le condizioni sociali del settore, promuovere la professionalizzazione, attraverso una formazione di qualità, e promuovere l’inserimento lavorativo, con l’attivazione del mercato del lavoro.
Gli obiettivi che le donne del progetto devono raggiungere sono


Fare un cambiamento di paradigma nel settore delle costruzioni, per essere più egualitario, attraente e socialmente responsabile, attraverso una formazione di qualità e sensibile al genere.Eliminare le barriere culturali e migliorare la sensibilità delle donne a questo settore.Catturare l’attenzione delle donne verso l’industria delle costruzioni, sottolineando quelle attività con maggiori possibilità di ottenere un effettivo inserimento nel mercato del lavoro.Fornire ai centri di formazione professionale (IFP) una prospettiva di genere che permetta loro di ripensare il loro approccio formativo e cercare opportunità per un settore più egualitario.Stabilire misure di consulenza che facilitino la transizione dell’industria delle costruzioni verso una maggiore consapevolezza e un maggiore equilibrio di genere.Ottenere il riconoscimento delle competenze di genere e creare le condizioni che consentano la realizzazione di nuovi programmi di formazione con una migliore performance.

 Promuovere la parità di genere nel settore delle costruzioniNell’ambito delle attività e dei risultati di questo progetto:
Il MOOC (Massive Open On Line Courses) sarà sviluppato con particolare attenzione verso la sensibilità di genere e con un manuale per i formatori della formazione professionale nel settore delle costruzioni.Verrà promosso il modello “learning-by-doing” con un’esperienza immersiva, in cui un gruppo di donne realizzerà la costruzione, su piccola scala, di un edificio a energia quasi zero (nZEB).Saranno create guide per i centri di formazione professionale per lo sviluppo di competenze di tutoraggio per le donne.Sarà definito un piano d’azione, con una tabella di marcia e servizi di supporto alle imprese.Saranno istituiti un sistema di riconoscimento e una piattaforma di formazione online.Anche se non è la prima volta che si lavora per integrare le donne nell’industria edile e la parità di genere, il progetto Women can build mira ad essere un caso di buone pratiche che può essere trasferito in altri paesi e istituzioni, con un impatto sull’Unione Europea.

Italiano derecha 1024x210

http://www.womencanbuild.eu/wp-content/uploads/2019/02/Italiano-derecha-300x61.png 300w, http://www.womencanbuild.eu/wp-content/uploads/2019/02/Italiano-derecha-768x157.png 768w, http://www.womencanbuild.eu/wp-content/uploads/2019/02/Italiano-derecha.png 1133w" sizes="(max-width: 1024px) 100vw, 1024px">

Women can Build. Revisione del sistema di formazione nel settore delle costruzioni con lo sviluppo di competenze volte alla parità di genere.

Identificazione del progetto: 2017-1-ES01-KA202-038658.

Il supporto della Commissione europea per la produzione di questa pubblicazione non costituisce un’approvazione dei contenuti che riflette solo le opinioni degli autori e la Commissione non può essere ritenuta responsabile per qualsiasi uso che possa essere fatto delle informazioni in essa contenute.

 

Il futuro della formazione professionale: una opinione del comitato europeo sulla formazione professionale

Il comitato tripartito europeo sulla formazione ha prodotto un documento ufficiale sulla visione e le strategie della formazione professionale in Europa post 2020

Il documento esprime una visione condivida di governi, sindacati  e organizzazioni di rappresentanza dei lavoratori dei paesi membri della UE suu come far si che il sistema della formazione professionale risponda alle future sfide economiche e sociali.

I punti principali sono i seguenti:

  • Il doppio obiettivo della formazione professionale di rafforzare l'inclusione sociale e allo stesso tempo le eccellenze.
  • Il ruolo della formazione professionale per supportare l'acquisizione di compentenze mirate e specifiche e allo stesso tempo di competenze trasversali
  • Fa un appello per un migliore equilibrio di investimento e fondi tra la formazione professionale iniziale e la formazione professionale continua.

I documenti li trovate al seguente indirizzo:

https://ec.europa.eu/social/main.jsp?langId=en&catId=89&newsId=9263&furtherNews=yes&fbclid=IwAR0EsYImC_yaOxHc4xrGZO61PIVK0_ZpFhw2uv70vzn4ZR7PwWStezPU8Gc

 

Proposte di regolamento nuovo programma Erasmus +

Di seguito sono indicate le proposte della commissione per il nuovo programma Erasmus + 

Gli approfondimenti indicano le direzioni, volute dalla commissione e in fase di discussione, del nuovo programma. 

progetto TIBL - Technical Innovation in Blended Learning

 

tibl logo.jpg

Pubblichiamo la presentazione del progetto TIBL perchè gli output del progetto saranno la realizzazione di un MOOC contentente un modello per la creazione di corsi in blended learning per piccole e medie imprese. Se interessati seguite gli sviluppi sul sito del progetto.

Il progetto sviluppa corsi di formazione C-VET per la formazione impartita nell'istruzione C-VET formale e non formale. Questi corsi utilizzano il Blended Learning come metodo potenziato dalla tecnologia e si concentrano sull'uso di più dispositivi (usati dai tirocinanti nella vita quotidiana).

Gli aspetti di innovazione sono: l'implementazione di un quadro pedagogico incentrato sul corsista basato sull'eutagogia, lo sviluppo di un quadro di miglioramento della qualità onnicomprensivo (inclusi gli aspetti relativi alla pedagogia) e l'approccio alla diversità dei diversi dispositivi tecnici per erogare un corso (i dispositivi multipli). Il progetto è complementare a un progetto multilaterale Grundvig  e intende trasferire i risultati teorici sviluppati  in quel progetto con una un'implementazione pratica in un settore educativo diverso da quello del progetto originario (benché similare).

Il progetto combina la conoscenza e l'esperienza di importanti istituti di formazione professionale con il potenziale di ricerca e innovazione delle università.

Partner del progetto, insieme al Centro di ricerca DigiLab, sono:
SAFA fundación, un'importante fondazione scolastica spagnola incentrata sulla scuola e l'istruzione professionale, coordinatrice del progetto;
EFQBL, organizzazione di formazione professionale e formatori;
Università di Aveiro, specializzata nell'innovazione, nella formazione tecnologica avanzata e nella relativa pedagogia;
SADE, specializzato in apprendimento a distanza e sistemi di miglioramento della qualità.

Questi partecipanti garantiscono un consorzio ben distribuito in Europa.

http://www.tibl-project.eu/web/

Contatti: Luca Reitano - Project manager
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

logo erasmus plus.png

ECIPA Piemonte, progetto ICT eCommerce

Il progetto si pone come obiettivo primario l’incremento della competitività delle imprese sul territorio della Provincia di Torino attraverso:

- il miglioramento delle competenze delle risorse umane che operano preso le aziende in relazione alle tematiche dell’utilizzo ICE in ambito lavorativo;

- l’ accrescimento della consapevolezza del management delle aziende, degli imprenditori e delle imprenditrici circa le potenzialità offerte dalle tecnologie informatiche, la rete internet in particolare, per incrementare le performance nella gestione delle relazioni di mercato con clienti/distributori e diversificare i canali di vendita introducendo modalità di e-commerce oltre che sviluppando un’attenta strategia di web marketing anche attraverso i social network;

- la sperimentazione su numeri limitati di aziende modalità di e-commerce che consentano di dimostrarne la sostenibilità in termini di costi/benefici e la successiva replicabilità in altri ambiti settoriali e in altri contesti territoriali

Link: http://www.ecipapiemonte.it/i-nostri-progetti/

Bando di gara per un programma europeo di formazione all'imprenditorialità per gli educatori

Programma europeo di formazione all'imprenditorialità per gli educatori

Rif: 2018/S 157-359376

Ente appaltante: Agenzia esecutiva per le piccole e le medie imprese (EASME)

Scadenza: 08/11/2018

Attraverso il presente appalto, l’Agenzia esecutiva per le piccole e medie imprese (EASME) intende concludere un contratto di servizi per l’istituzione, il collaudo, la consegna e la diffusione di un programma di formazione all'imprenditorialità che servirà per migliorare le competenze e gli strumenti pedagogici degli educatori nell’ambito degli istituti di istruzione superiore. La presente azione è dunque finalizzata a promuovere un approccio interdisciplinare negli istituti europei di istruzione superiore e sostenere così l’introduzione dell'educazione all'imprenditorialità anche al di fuori del dominio tradizionale delle scuole di economia e delle facoltà economiche. La durata massima del contratto è di 36 mesi non rinnovabili.

L'avviso  e la documentazione la trovate al seguente link:  Documentazione bando di gara

 

 

 

 

Digital Innovation Hub

Il Digital Innovation Hub di CNA Veneto, insieme agli Hub delle CNA provinciali, si propone di:
– facilitare la trasformazione digitale delle PMI del territorio connettendole alle trasformazioni in ottica 4.0 in collaborazione con attori chiave (es. Competence Centre)
– offrire servizi qualificati per l’innovazione grazie ad una rete consolidata di esperti regionali, nazionali ed europei.

Le imprese potranno rivolgersi ai DIH delle CNA territoriali per attività di orientamento nel processo di rivoluzione 4.0, analisi di fattibilità e accompagnamento nel percorso di innovazione.
Ecipa svolgerà un supporto tecnico a CNA del Veneto e alle CNA territoriali nella realizzazione delle specifiche iniziative.

Per maggiori informazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

http://www.ecipa.eu/innovazione/dihveneto

CREDITO D’IMPOSTA FORMAZIONE 4.0

il 22 giugno è stato pubblicato in Gazzetta il decreto che detta le disposizioni applicative del credito d’imposta per le spese di formazione del personale dipendente nel settore delle tecnologie previste dal Piano Nazionale Industria 4.0.

Il credito sarà riconosciuto nella misura del 40% delle spese di formazione del personale dipendente relative al settore delle tecnologie previste nel “Piano Nazionale Impresa 4.0”, nel limite massimo di 300.000 euro per ciascun beneficiario.

Le spese devono essere state sostenute nel 2018, mentre lo svolgimento delle attività di formazione deve essere espressamente disciplinato in contratti collettivi aziendali o territoriali.

Le spese possono riguardare, i dipendenti con contratto a tempo indeterminato, quelli con contratto a tempo determinato e quelli con contratto di apprendistato.

Decreto MISE 4 maggio 2018 _ Credito d'imposta Formazione 4.0.pdf

  25.06.2018 Scheda di sintesi - Credito d'imposta Formazione 4.0.pdf
 
 

FORMAZIONE, RINNOVO DEI VERTICI DELLA FONDAZIONE ECIPA

E’ L’IMPRENDITORE ORAFO ARETINO MAURO PATRUSSI IL NUOVO PRESIDENTE DELL’ENTE 

E’ l’ente di CNA Nazionale che opera nel campo della formazione professionale delle imprese artigiane e delle pmi, coordina una rete nazionale di 26 enti di emanazione CNA attivi su tutto il territorio italiano, fa parte di un network europeo con cui sviluppa progetti trasnazionali.

Leggi tutto: FORMAZIONE, RINNOVO DEI VERTICI DELLA...

Seminario Nazionale Formazione continua e Jobs Act

Seminario Nazionale Formazione continua e Jobs Act – nuovo diritto del lavoro e istituzioni bilaterali -Roma, 12 e 13 Aprile 2016

Programma > 

Seminario Riflessioni e Prospettive Fondartigianato

SAVE THE DATE
"Seminario interno Sistema ECIPA: Riflessioni e Prospettive Fondartigianato"
Roma, 13 ottobre 2015
Sala Trattative B c/o CNA NAZIONALE
Piazza M. Armellini, 9/A
Il seminario si svolgerà dalle ore 10.00 alle 17.00

Come leggere oggi l’Unione Europea: due seminari alla LUMSA

“Europa 2020: Seminario all’Università Lumsa sul tema della Formazione in Europa”

http://www.arisnotiziari.it/wordpress/?p=3988

Progetto Multiregionale CRESCO CNA Fondartigianato

Firenze, 20-21 maggio 2015
Si svolgerà la terza sessione formativa del corso che si inserisce nel Progetto Multiregionale CRESCO 0005173 Linea 4 invito 3°-2013 finanziato da Fondartigianato e rivolto agli operatori e responsabili del sistema di formazione della CNA.

Leggi tutto: Progetto Multiregionale CRESCO CNA Fondartigianato

Show di taglio e colore - Genova 9 marzo 2015

Ecipa Genova in collaborazione con CNA Benessere ha presentato la nuova collezione dei corsi primavera-estate 2015

Leggi tutto: Show di taglio e colore - Genova 9 marzo 2015

Worth Pilot Project

worth-project largeEcipa supporta Federmoda per la disseminazione in Italia dei risultati del Progetto Worth destinato a giovani designers e PMI del settore moda.

Laboratorio di Ricerca per l’imprenditorialità LABO.R.I.

ECIPA NAZIONALE (Ente Confederale Istruzione Professionale per l’Artigianato e le Piccole e Medie Imprese) della CNA (Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa) e l’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI FIRENZE, attraverso il La.Psi.R.I3 (Laboratorio di Psicologia per la Ricerca sull’Imprenditorialità, Innovazione e Integrazione)del Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia, hanno siglato una partnership per la ricerca attraverso la creazione del “Laboratorio di Ricerca per l’imprenditorialità: innovazione per la crescita e la valorizzazione delle risorse umane nelle micro, piccole e medie imprese” (LABO.R.I.).

Leggi tutto: Laboratorio di Ricerca per l’imprenditorialità...

Servizio Fondartigianato

Nell’ambito del Servizio Fondartigianato, ECIPA Naz.le, Dpt Relazioni Sindacali ed ECIPAR E.R.  organizzano un Seminario finalizzato nella prima giornata  a promuovere nel sistema gli indirizzi strategici e gli strumenti interni di gestione delle attività di Fondartigianato, mentre la seconda giornata sarà dedicata alla presentazione, da parte di alcuni referenti di Fondartigianato, degli INVITI 2013 e relativa regolamentazione dell’offerta formativa del Fondo.

Leggi tutto: Servizio Fondartigianato

Seminario “Percorsi di innovazione: imprese, università, formazione”

Il seminario intende favorire la diffusione di idee, comportamenti, strumenti e metodologie con caratteristiche innovative nel sistema di formazione della CNA-ECIPA, a partire dalla descrizione di esperienze di formazione per l’innovazione già praticate nei diversi territori, realizzata nella fase di BARCAMP dell’Innovazione.

Leggi tutto: Seminario “Percorsi di innovazione: imprese,...

Presentazione nuovo Sito ECIPA Nazionale

La sfida dei nostri giorni è cogliere le innovazioni sia nel mondo imprenditoriale sia in quello della rappresentanza. ECIPA, che promuove ed organizza la formazione nel sistema CNA da sempre è all’avanguardia nel cogliere le novità e nel proporre metodi innovativi.

Leggi tutto: Presentazione nuovo Sito ECIPA Nazionale

Progetto Build Up Skills – Pubblicata la Roadmap nazionale

Il progetto, comune a quasi tutti i paesi europei, ha lo scopo di individuare una strategia nazionale in grado di migliorare quelle competenze necessarie ai lavoratori per operare nel campo dell’efficienza energetica negli edifici: non si concentra esclusivamente sulla formazione continua degli operatori del settore, ma anche sullo sviluppo di nuovi programmi di formazione.

Leggi tutto: Progetto Build Up Skills – Pubblicata la...

Pagina 1 di 2

SEGUICI SUI SOCIAL

Seguici su Facebook

CONDIVIDI

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinMixxRSS Feed

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca il pulsante "Cookie e Privacy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.